Gran Tour Dolomiti Lagorai Bike

Gran Tour Dolomiti Lagorai Bike

Periodi:

DAL 01.05.2014 AL 05.10.2014

 

4 NOTTI: HOTEL *** € 220 HOTEL ***S /**** € 302

7 NOTTI: HOTEL *** € 365 HOTEL ***S /**** € 529

 

SERVIZI INCLUSI:

4/7 notti in Hotel *** o ***s /****                                    

Materiale informativo Gadget a tema

RIDUZIONI:                                                                      

Riduzione per adulti in terzo letto, da € 15,00 per persona / per periodo

SUPPLEMENTI:

Camera singola: € 10,00 per persona / per notte

EXTRA:

Transfer bagagli: € 1,00 al KM

Noleggio Bike: da € 15,00 al giorno Bike taxi: € 1 / km

Impianti di risalita: da € 10,00 (solo andata)

Foto service del Tour : € 5,00

 

TAPPE:

 

Tappa 1: Levico Terme - Cavalese

Punto di partenza è Levico Terme, da qui passando lungo la ciclabile della Valsugana ci si dirige verso l’abitato di Roncegno Terme. Raggiunta la chiesa si prosegue per il paese di Ronchi fino ad arrivare a Torcegno dove continuando verso l’abitato di Telve si raggiungerà il bivio dove inizierà la scalata verso la mitica salita del Passo Manghen (2047m), più volte affrontata nelle varie edizioni del Giro D’Italia. Da qui si raggiunge Cavalese con un entusiasmate discesa.

Tappa 2: Cavalese - Moena

Questo percorso, percorre a 360° il massiccio del Latemar, regalando suggestivi panorami dolomitici. Punto di partenza è Cavalese, da qui lungo la pista ciclabile si arriva in 15 km fino agli impianti di risalita di Predazzo, da cui si sale al Passo Feudo utilizzando gli impianti di risalita del comprensorio sciistico Fiemme-Obereggen, aperti da metà giugno a metà settembre. Dopo un tratto in discesa su asfalto, si arriva ad Obereggen, da qui a loc. Bewaller sempre su asfalto; in seguito su strada sterrata pianeggiante, si raggiunge il lago di Carezza, perla incastonata fra gli abeti, che rispecchia nelle sue calme acque le guglie del Latemar. Si Raggiunge il Passo Costalunga, dopo 4 km di salita pedalabile; da qui si scende a Moena su facile sterrato.

Tappa 3: Moena – Moena

Partendo da Moena, si segue la pista ciclabile fino a Pozza di Fassa e si raggiunge la partenza della telecabina del Buffaure. Dall’arrivo dell’impianto (aperto da metà giugno a metà settembre), seguendo il segnavia 643, ci si porta in val Jumela e la si percorre interamente fino a Sela Brunech (mt. 2.419). Da qui si scende sulla spianata del Ciampac (ampia possibilità di punti ristoro) e, seguendo le frecce del tour 207, si raggiunge l’abitato di Canazei e successivamente, lungo la pista ciclabile, l’abitato di Mazzin. Da qui, seguendo le frecce del tour 208, ci si porta prima a Moncion e poi alla conca di Gardeccia. Proseguendo lungo il sentiero 540 si raggiunge la sommità del Ciampedie (mt. 2.000), da dove si scende fino alle località di Vallongia e Tamion (frazioni di Vigo di Fassa) e, poi, all’abitato di Soraga e rientrare , infine, a Moena lungo la pista ciclabile.

Tappa 4: Moena – S.mart.

Punto di partenza è Moena, da qui si sale fino alla stazione a valle dell’impianto del Lusia, dopodichè si può scelgliere utilizzare la cabinovia oppure se intraprendere una impegnativa salita di 8 km e 1000 mt di dislivello fino alla loc. Le Cune, splendido balcone panoramico sulle Dolomiti di Fassa e sulle Pale di San Martino. Da qui si scende vs. Malga Bocche, e di seguito fino alla loc. Paneveggio, da cui si risale verso una delle valli più caratteristiche della zona; il percorso si svolge per la maggior parte su strada sterrata lungo la Val Venegia, fino a raggiungere una delle località più conosciute a livello turistico nel panorama dolomitico, la Baita Segantini. Da questo punto di osservazione privilegiato a 2.200 m di quota, si possono ammirare in tutto il loro splendore, le pareti verticali delle Pale di San Martino. La salita, lunga ma senza particolare difficoltà, offre al ciclista la possibilità di ristoro presso le Malghe Venegia e Venegiotta. La discesa, in parte su asfalto conduce a San Martino di Castrozza, ai piedi delle Pale.

Tappa 5: S.mart – Levico Terme

Da San Martino di Castrozza, ai piedi del gruppo Dolomitico delle Pale di San Martino si scende lungo tutta la Valle di Primiero per poi proseguire in salita, dal paese di Imer, verso il Passo della Gobbera che ci porta a Canal San Bovo. In alternativa, per chi preferisce accorciare il percorso rimanendo sullo sterrato, da San Martino è possibile raggiungere direttamente il Lago di Calaita attraverso la strada forestale e ricongiungersi su asfalto in discesa al Passo Gobbera e successivamente a Canal San Bovo. Da qui si continua prima su strada asfaltata fino a Refavaie, poi su strada sterrata per tutta la Val Cia per circa 20 km addentrandosi nella catena del Lagorai fino al Passo 5 Croci 2018m. Dopo aver ammirato il massiccio di Cima d’Asta si riprende il tour con una discesa lunga 18 km dapprima su strada forestale passando per il rifugio Conseria, poi un susseguirsi di cambi da strada asfaltata fino all’abitato di Castelnuovo dove si imbocca la ciclabile della Valsugana fino all’abitato di Levico Terme.

Tappa 6: Levico Terme – Levico Terme

Come ultima tappa di questo tour si prevede una giornata di relax attorno ai laghi di Levico e Caldonazzo per rigenerarsi dove aver trascorso 5 entusiasmanti giorni tra le Dolomiti e la catena del Lagorai. L’itinerario domina per il primo tratto il lago di Levico dall’alto , si scende poi verso il lago costeggiandolo su strada sterrata ; si prosegue su un tratto in salita per giungere sotto la collina su cui si trova il Castello di Pergine fino al centro storico del paese. Da qui lungo la ciclabile si costeggia gran parte del lago di Caldonazzo fino a giungere a Levico Terme , dove per chi lo desidera, ci si può rilassare con un tuffo.

 

Info e servizi

  • Costo: 4 notti in hotel 3*** , a partire da € 220,00 a persona
  • Durata: TOUR di 4 - 7 GIORNI
  • Difficoltà: IMPEGNATIVO
  • Fattibile nei mesi di: maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
  • Tipo: Self guided
  • Servizio trasporto bagagli: Si

Date partenze

  • LUOGHI DI PARTENZA

    Grand Tour orario: Levico Terme

    Grand Tour antiorario: Moena

Il Grand Tour è un itinerario MTB di 6 giorni che si sviluppa fra boschi, pascoli, laghetti alpini e e due Parchi Naturali, quello del Monte Corno a ovest e quello di Paneveggio Pale di San Martino ad est. L’area si estende nel Trentino orientale tra le Valli di Fiemme, Fassa, Primiero e Valsugana; quest’ultima, con i 2 laghi balneabili di Levico e Caldonazzo, offre le uniche spiagge al mondo con vista sulle Dolomiti. I tracciati invitano a esplorare territori incontaminati oltre i duemila metri di quota fra le cime selvagge della Catena del Lagorai, e le vette dolomitiche del Latemar, del Catinaccio, del Gruppo del Sella e delle Pale di San Martino che sono state riconosciute dall’Unesco "Patrimonio dell’Umanità". Si può percorrere per circa 6 mesi all’anno, in entrambi i sensi di marcia, orario e antiorario, che hanno una lunghezza rispettivamente di 320 e 349 km, con dislivelli che variano da un minimo di 7.857 mt ad un massimo di 8897 mt; durante l’estate, è possibile utilizzare gli impianti di risalita aperti da metà giugno a metà settembre, per diminuire il dislivello da pedalare.

Mtbtour.it - Vacanze in Mtb

©2017 MTBTOUR.IT Via Stefanardo da Vimercate 28
20128 Milano (MI)
PI 00865500144
CF DMEGZN73A10F205M
Powered by Gdmtech.it

Garmin fenix 3 navigatore mtb su Amazon